Il piano del governo di diffondere e portare ovunque Internet ultra-veloce prosegue. È previsto, infatti, l’arrivo di una serie di agevolazioni per le famiglie italiane. Senza tener conto di nessun limite Isee allo scopo di attivare dei servizi di rete ad almeno 30 Mbps di velocità in download. Mentre altri aiuti sono rivolti a facilitare la dotazione di immobili con reti di cablaggio verticali e a promuovere servizi digitali come Spid, Pec e cloud. Lo ha annunciato Infratel, società gestita dal ministero dello Sviluppo economico.

Come primo passo la società lancerà sul proprio sito web una consultazione pubblica in cui chiunque — operatori del settore e soggetti interessati — potranno esporre le proprie opinioni e richieste. Fare commenti e osservazioni in merito al piano fino al prossimo 31 maggio, inviando una mail all’indirizzo voucher@infratelitalia.it. Una volta terminata la consultazione pubblica, il programma sarà presentato e notificato alla Commissione europea, prima di essere disciplinato con un apposito decreto del Mise. Ma vediamo, intanto, cosa potrebbe includere.

Una delle proposte del piano è di erogare un voucher del valore di 300 euro che sia rivolto all’attivazione di servizi ad almeno 30 Mbps di velocità massima in download. Realizzati con qualsiasi tecnologia disponibile. Infratel ha chiarito che tale valore, destinato alle famiglie, è calcolato in base a una stima dei prezzi delle offerte attualmente presenti sul mercato.