Sarà un’indagine a chiarire le cause della morte di Federico Acanfora, meccanico 51enne con la passione della pesca subacquea L’uomo, molto conosciuto nel suo paese d’origine, trovato senza vita nelle acque abruzzesi di San Vito Chietina, Costa dei Trabocchi. La sua sparizione è avvolta nel mistero, anche se si ipotizza che la causa sia stata un malore. Ma sarà il medico legale a stabilire se si sia trattato di cause naturali e di che genere. Il sub Boscoreale è stato trovato senza vita nella mattinata di ieri. Era andato a pesca di polpi al largo del litorale abruzzese. Di lui si erano poi perse le tracce e a dare l’allarme un amico con il quale si trovava in zona. Ha raccontato come Acanfora si era tuffato e poi non era più riemerso L’uomo è poi ritrovato all’alba senza vita.

Federico Acanfora era arrivato sabato sera tardi con un amico per la battuta di pesca subacquea. Ieri mattina all’alba è proprio l’amico ad allertare i carabinieri della compagnia di Ortona. A loro volta hanno chiesto l’intervento dei mezzi della capitaneria di porto. Alle ricerche ha preso parte anche una squadra dei vigili del fuoco di Pescara con l’elicottero.