Latitante da ottoanni, era diventato un famoso chef in Costa Azzurra. In manette Antonio Cuozzo Nasti nel blitz alle prime luci del giorno. Il 56enne di Giugliano in Campania si era reso irreperibile nel 2014, dopo la condanna a una pena di 16 anni di reclusione per i reati di rapina, ricettazione e porto illegale di armi. Individuato non lontano da Cannes, dove si era rifatto una vita, sotto falso nome era appunto diventato un famoso chef in un albergo di lusso, rinomato per la cucina italiana.

Bloccato nel suo appartamento francese, dove viveva solo, si è arreso senza opporre resistenza. Adesso è in attesa di estradizione in Italia. È il dodicesimo ricercato da agosto 2021 ad oggi arrestato dai militari del comando provinciale di Napoli.