«Vai piano!», urla il padre dietro di lui mentre il figlio, che avrà più o meno 5 anni, guida il motoscafo a tutta velocità. Il mare è quello di Pozzano, frazione di Castellammare di Stabia, e il video girato domenica scorsa è diventato subito virale su TikTok. Le immagini, postate su TikTok e poi pubblicate su altri social dal consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, hanno scatenato una pioggia di polemiche. Anche perché è il genitore, nonostante si mostri fiero del figlio pilota, ad invitare il bambino a rallentare perché la velocità del bimbo  è davvero sostenuta. Il tutto, naturalmente, con una cornice musicale neomelodica a tutto volume che accompagna l’impresa folle della famiglia di Castellammare.

Le reazioni

“Sta impazzando su Tiktok il video, realizzato nelle acque di Castellammare di Stabia, di un bimbo di pochi anni alla guida di un motoscafo a velocità sostenuta. Filmato dai presenti che sembrano apprezzare questa vergognosa scena e invitato da un adulto ad andare più piano il protagonista, suo malgrado, di questo video è stato poi offerto in pasto ai social network. Un trionfo di ignoranza e irresponsabilità che non può e non deve rimanere impunito. Bisogna risalire immediatamente a tutti i protagonisti di questa vergogna identificando i genitori del piccolo e facendo intervenire i servizi sociali. Dobbiamo sottrarre il piccolo a modelli educativi sbagliati che non tengono conto della sua sicurezza, della sua educazione e del suo diritto a essere tutelato come minore. La deriva di incapacità genitoriale emerge in modo sempre più evidente sui social network. Contro questo fenomeno inqualificabile c’è bisogno di fare rete. La repressione da sola non basta. Devono scendere in campo i servizi educativi, la scuola e anche i cittadini che assistono a queste mostruosità. Chi osserva e ride senza opporsi è complice della devastazione educativa di un minore”. Questo il duro commento al video del consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.