Oltre una tonnellata di carne (1.100 kg) in cattivo stato di conservazione e quasi tre tonnellate (2.850 kg) di insaccati privi di tracciabilita’ sono stati sequestrati dai carabinieri forestali del Comando provinciale di Avellino ad un salumificio del Baianese, ai confini con la provincia di Napoli. Le verifiche, condotte insieme al personale dell’Ispettorato qualita’ e repressione frodi alimentari, hanno in particolare accertato la irregolarita’ delle autorizzazioni ambientali relative alle emissioni in atmosfera. Il titolare e’ stato denunciato alla Procura di Avellino. Elevata nei suoi confronti anche la sanzione amministrativa di 1.500 euro.

I carabinieri del Nas di Napoli hanno eseguito numerose ispezioni nelle pasticcerie e nei laboratori dove vengono lavorati gli alimenti, controllando, nell’ultima settimana, dodici attività commerciali e disponendo la chiusura immediata di sette laboratori a causa delle gravi carenze igienico sanitarie riscontrate. Al termine delle attività ispettive sono stati sequestrati 1.050 chili di prodotti dolciari privi di indicazione utile a garantirne la rintracciabilità ed elevate sanzioni per circa 35mila euro. Le verifiche hanno interessato la città di Napoli e l’interland napoletano.