Sono da poco trascorse le 19 quando a piazza Trieste e Trento una pattuglia dei motociclisti del nucleo radiomobile dei carabinieri di Napoli viene avvicinata da due ragazzi che agitati riferiscono di aver appena assistito ad un furto. Le vittime descrivono l’uomo che poco prima a via Toledo si era avvicinato ad una donna anziana sottraendole lo smartphone dalla tasca del giubbino. Gli “scorpioni” salgono in sella e si mettono sulle tracce dell’uomo descritto con cura dai 2 testimoni. L’uomo viene individuato ed è ancora a via Toledo, tenta anche di fuggire ma viene bloccato e perquisito.

Nel borsello proprio quel cellulare che pochi istanti prima era stato sfilato dalla tasca del cappotto dell’anziana signora che, rintracciata dai Carabinieri, ha potuto riavere ciò che era già suo. D. B. R., classe 70 di Somma Vesuviana che vanta numerosi precedenti e tanti per lo stesso tipo di reato viene arrestato. Il 51enne dopo aver passato la notte nella camera di sicurezza dei carabinieri risponderà davanti alla procura di furto con destrezza.