Gettano un anziano in un cassonetto e continuano a ridere anche mentre l’uomo chiede aiuto e tenta di uscire. Una scena orribile avvenuta nel Napoletano, filmata e postata su Tik Tok da un gruppo di ragazzi. Nelle immagini si vedono due giovani che bloccano l’uomo in mezzo alla strada. Lo sollevano e lo trasportano di peso per alcuni metri fino al secchione dell’immondizia. Intanto dietro a un telefonino qualcuno riprende la “bravata” ridendo a crepapelle. L’anziano grida e cerca di liberarsi, ma i due riescono a scaricarlo tra i rifiuti spingendolo dentro fino a quando non è a faccia in giù tra i sacchetti. Poi lo lasciano lì continuando a riprendere l’uomo che cerca di uscire.

«Vergogna, vergogna e ancora vergogna questa è la sola reazione a un simile vigliaccata» scrive su Facebook Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde che ha ricevuto la segnalazione del video e lo ha girato alle autorità. «Si è raggiunta una tale sottocultura e un così grave imbarbarimento dei costumi – prosegue Borrelli – che si fa fatica a pensare da dove cominciare per rimediare a un tale disastro sociale. I giovani che si divertono a crepapelle bullizzando un indifeso, l’uno contro tutti, ma che storia è? In che consiste il divertimento, questo elabora il cervello degli uomini di domani? Il web è senza dubbio la vetrina preferita dai cialtroni per diffondere e condividere la loro inciviltà, venga allo stesso modo utilizzato da chi di dovere per identificare e sanzionare chi promuove la dottrina della prevaricazione e della violenza».