Il figlio minorenne di un boss di Scafati finito arrestato dopo un inseguimento. Un arresto avvenuto a Torre Annunziata con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale insieme a un 47enne sempre originario di Scafati. Il giovane ed il 47enne si trovavano a bordo di un’auto e non si sarebbero fermati all’alt intimatogli dai carabinieri. Cercando anche di investire i militari. Il giovane ha fatto scena muta davanti ai giudici, mentre il 47enne si è difeso. I carabinieri hanno trovato un tirapugni ed un coltello a bordo, ma l’uomo ha spiegato che il materiale rinvenuto non fosse suo.

Il giovane non ha invece parlato davanti al giudice, l’altro si è difeso dicendo che il materiale rinvenuto in suo possesso non era suo (un tirapugni e un coltello). Dopo un inseguimento i due sono finiti acciuffati e denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. Secondo i militari torresi quella repentina fuga, conseguente al mancato stop dopo la richiesta di alt, nasconde qualche altra cosa che avrebbero gettato per strada. Sono in corso ricerche.