Polemiche a Napoli nel giorno dell’anniversario della Liberazione per le foto di Benito Mussolini nell’ufficio di un consigliere comunale. Si tratta di Giorgio Longobardi, capogruppo e unico consigliere di Fratelli d’Italia. Secondo quanto raccontato ieri da Fanpage.it, ha tappezzato le pareti del suo ufficio nel palazzo del Consiglio comunale di via Verdi con foto del Duce. Sul caso si sono espressi il segretario del Pd Napoli Marco Sarracino e il capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale di Napoli, Gennaro Acampora, che nella serata di ieri hanno diffuso una dichiarazione. “E’ sconcertante venire a conoscenza che un eletto del Consiglio comunale di Napoli possa aver deciso di arredare degli uffici pubblici con il volto di Benito Mussolini”.

“Napoli – ricordano Sarracino e Acampora – è Medaglia d’oro alla Resistenza, è una cosa di cui la città deve andare fiera, oggi e sempre. Fa ancora più male scoprirlo il giorno prima del 25 aprile, data in cui si celebra la Liberazione dell’Italia dal nazifascismo. Ci auguriamo che il consigliere rimuova tutto al più presto e che episodi del genere non si ripetano in futuro. Il Partito democratico lotterà sempre perché si affermino principi per noi irrinunciabili, come quelli della Resistenza e dell’antifascismo”. La presidente del Consiglio comunale Enza Amato ha fatto sapere di aver contattato il consigliere Longobardi invitandolo a rimuovere il materiale.