Nuovi Bonus per tutti in questo 2022. Oltre all’Assegno Unico e Universale entrato in vigore lo scorso marzo, per fronteggiare le perdite economiche causate dall’emergenza epidemiologica da Covid-19 e il caro bollette, benzina e diesel scaturito dalla guerra in Ucraina, il Governo Draghi ha disposto l’introduzione di 5 nuovi contributi legati al reddito per questa prima tranche dell’anno. Il Governo Draghi, più volte chiamato ad intervenire per offrire un sostegno alle tasche degli italiani minate sempre di più da nuove spese e rincari, si è finalmente rimboccato le maniche. Nascono quindi una serie di nuovi bonus 2022 introdotti per aiutare i nuclei che hanno un ISEE alto o basso. Ecco le 5 novità in tema agevolazioni da poco entrate in vigore e fruibili in tutto l’anno.

Bonus psicologico

Ecco i 5 nuovi Bonus introdotti dal Governo Draghi partendo dal Bonus psicologo 2022. Si tratta di un contributo economico indirizzato a tutti i cittadini italiani che a causa delle limitazioni disposte per contenere i contagi hanno iniziato a soffrire di depressione, stress, ansia, attacchi di panico così rilevanti da richiedere il supporto di uno specialista. Stando alle ultime informazioni riportate dal CNOP ben tre persone su dieci soffrono di stress psicologico post-Covid. Un dato sicuramente allarmante.

Bollette

Il secondo dei 5 Bonus per tutti introdotto dal Governo Draghi è in vigore già dal 1°aprile 2022: il Bonus bollette luce e gas. L’agevolazione, diversamente indicata con il nome di Bonus Sociale, permette di ottenere uno sconto sui costi di luce e gas se rispettati una serie di requisiti, prendendo in considerazione la situazione di disagio economico dei richiedenti. Anche in questo caso, come il primo Bonus per tutti già analizzato (Bonus psicologo 2022), è necessario non superare un determinato limite ISEE.

I figli

Il terzo è l’Assegno Unico e Universale entrato in vigore lo scorso marzo dopo le domande inviate dalle famiglie all’INPS entro febbraio 2022. Si tratta di un contributo che ha finito per assorbire quota parte delle Bonus INPS da tempo elargiti ai nuclei familiari con figli (Bonus Mamma domani, Bonus bebè, ANF, detrazioni per i figli a carico al di sotto dei 21 anni di età).

Asilo

Il penultimo Bonus dei 5 pensati dal Governo Draghi può essere ottenuto con ISEE alto, basso. Ma anche senza il bisogno di presentare all’INPS la certificazione familiare dei redditi. In verità, questo Bonus per tutti i bambini si può utilizzare sia per il pagamento delle rette, sia a copertura delle spese supportate per garantire ai bambini l’assistenza a domicilio nel caso in cui, per patologie croniche, non potessero frequentare gli asili.

La casa

Infine il Bonus casa under 36. Si tratta di un’agevolazione che, considerato l’ISEE alto, abbraccia una categoria di giovani molto ampia pur essendo presente il limite anagrafico. Questi ultimi, però, dovranno dimostrare di essere nelle condizioni di poter stipulare un mutuo di importo non superiore a 250.000 euro per l’acquisto di una prima casa. Escluse quelle di lusso.