“Che questa morte non sia vana, che diventi uno spartiacque per il bene”. Cosi’ l’arcivescovo di Napoli Domenico Battaglia, ai funerali di Giovanni Guarino. Il 19enne ucciso lunedi’ scorso durante una lite in un luna park, celebrati nella Basilica di Santa Croce, a Torre del Greco. “Scegliete di stare dalla parte della vita sempre, difendetela”, ha aggiunto Battaglia, rivolgendosi ai tanti giovani, amici e conoscenti del 19 enne ucciso a coltellate durante una lite. Due minorenni, che si dicono innocenti, sono stati fermati per il delitto. Nella piazza all’ esterno della Basilica si sono raccolte circa 2 mila persone ad attendere la fine della cerimonia funebre. Palloncini; colombe bianche liberate in volo e fumogeni azzurri hanno salutato l’ uscita della bara, mentre un folto gruppo dei presenti ha scandito “giustizia, giustizia”.

Una delegazione di Europa Verde ha preso parte oggi ai funerali del 19enne accoltellato a Torre del Greco per uno sguardo di troppo “per rendere l’ultimo saluto al giovane – si osserva in una nota – e per mostrare la massima solidarieta’ e vicinanza alla famiglia”. Presenti alla liturgia il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, Fiorella Zabatta, co-portavoce regionale, e Michele Lunella, portavoce di Europa Verde a Torre del Greco. “In un giorno cosi’ tragico – sottolineano – stride fortemente la notizia della scarcerazione del camorrista Nunzio De Falco, il mandante dell’omicidio di Don Peppe Diana. Ancora una volta chiediamo a gran voce pene severissime per criminali cosi’ efferati e violenti. Gli assassini di Giovanni dovranno pagare duramente per quanto commesso, non possono esserci attenuanti per un omicidio assurdo come quello del 19enne.