Agguato in via Gaetano Pelella, a Casoria: alle 20.45 colpi d’arma da fuoco contro Vincenzo Cerqua, 35 anni, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, colpito mentre era all’interno della sua autovettura, è morto. Sul posto sono stati rivenuti alcuni bossoli calibro 45. Indagini in corso da parte dei Carabinieri della Compagnia di Casoria insieme a quelli del nucleo investigativo di Castello di Cisterna.

Si indaga invece a Nettuno per risalire agli esecutori dell’agguato che oggi ha visto il grave ferimento di Antonello Francavilla, 44enne di origini pugliesi e del figlio 15enne, in una villetta in via Greccio. L’ipotesi maggiormente accreditata, sembra essere quella della criminalita’ organizzata. Il 44enne, esponete del clan foggiano dei Francavilla, era ai domiciliari e stava scontando una pena per associazione mafiosa e traffico di droga. In due hanno bussato alla porta della sua abitazione e, quando l’uomo ha aperto, gli aggressori hanno sparato diversi colpi ferendolo gravemente insieme al figlio 15enne. Entrambi feriti, sono stati trasportati in ospedale, lui ad Anzio, il ragazzino al Bambino Gesu’. L’ipotesi, quindi, e’ che si possa essere trattato di un regolamento di conti o di una vendetta trasversale.