Aveva posto in commercio diversi prodotti ittici surgelati senza garantirne la dovuta tracciabilità. Per questo motivo il titolare di un esercizio commerciale, non in grado di fornire alcuna informazione idonea a risalire alla provenienza della merce, si e’ visto sequestrare gli alimenti. Oltre ad elevare una salata multa. E’ accaduto ad Ercolano dove sono intervenuti i militari della Capitaneria di Porto di Torre del Greco. I fatti nell’ambito delle attivita’ di vigilanza e controllo a tutela dell’ecosistema marino e delle filiere ittiche. Congiuntamente a personale del servizio veterinario dell’Asl Napoli 3 Sud e della polizia locale di Ercolano. Insieme hanno provveduto ad ispezionare diverse attivita’ commerciali nell’area mercatale della citta’ vesuviana.

Dai controlli e’ emerso che il rivenditore aveva posto in commercio prodotti surgelati senza garantirne la dovuta tracciabilità. Tra questi polpi veraci, calamari, mitili e gamberi. In mancanza di tale requisito, per tutelare la salute dei consumatori, al responsabile della rivendita oltre ad un verbale di contestazione di illecito amministrativo per 1.500 euro, sono anche sequestrati i prodotti. Tutto pari a circa 40 chili, che sono poi successivamente distrutti.