“Al Centro Giovanile dei padri Giuseppini sono arrivate le prime diciotto persone che fuggono dalla devastazione della guerra in Ucraina, oggi  sono attese altre 7 persone. Si tratta di madri, con i loro bimbi al seguito. Tra loro anche una donna in attesa.
Gli assessori Marica Miranda e Silvia Annunziata hanno trascorso l’intero pomeriggio con loro, insieme a padre Giuseppe e ad altri volontari, per facilitare l’espletamento di pratiche burocratiche e creare i contatti con la comunità locale. A chi scappa dal dolore della guerra, diamo il benvenuto a San Giuseppe Vesuviano. Non sarete mai soli”. Lo ha fatto sapere il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano.
Si moltiplica l’accoglienza nei Paesi Vesuviani che stanno facendo di tutto sul fronte dell’ospitalità. Dopo Somma Vesuviana, quindi, anche San Giuseppe Vesuviano ha ufficialmente aperto le proprie strutture. I primi arrivi dai padri giuseppini, ce ne saranno altri.