Ad un mese dall’ inizio del conflitto russo-ucraino le associazioni di Poggiomarino hanno deciso di riunirsi per accogliere donne e bambini ucraini. Sono coloro che scappano dalla guerra che sta interessando la loro terra. Una rete nata spontaneamente dettata dalla volontà di fare la propria parte. Tutte le associazioni, caratterizzate da un oggetto sociale differente, da una mission che le differenzia l’una dall’altra, si sono incontrate presso i Santi Sposi di Poggiomarino per determinare le proprie disponibilità. Tutti uguali, tutti uniti,per un unico obiettivo: dare una mano.

A moderare l’incontro l’assessora Maria Carillo nelle vesti di chi conosce l’associazionismo prima ancora del suo impegno politico. A breve saranno tracciate le linee guida per informare i Poggiomarinesi sulle modalità di ” partecipazione solidale”.