Un enorme striscione con la sua foto, poi palloncini bianchi all’uscita del feretro tra applausi e lacrime. Folla stamane nella chiesa della Madonna del Rosario a Salerno per i funerali di Anna Borsa. La 30enne uccisa dal suo ex compagno il primo marzo mentre era al lavoro in un salone di parrucchiere a Pontecagnano. Alle esequie hanno partecipato tra gli altri il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, con i sindaci di Salerno Enzo Napoli, e di Pontecagnano Giuseppe Lanzara. Gia’ ieri una folla di amici e parenti aveva voluto rendere omaggio al feretro della ragazza nella camera ardente. Oggi, inconsolabili dinanzi alla bara bianca, i genitori di Anna, Ettore Borsa e Fortuna Romano, il fratello Vincenzo che nel manifesto funebre ha descritto la sorella come “l’angelo piu’ bello della mia vita”, i parenti e tutti gli amici.

Le reazioni

“La nostra comunita’ si stringe intorno ai familiari di Anna”, ha detto De Luca, ricordando poi: “Abbiamo introdotto gia’ da anni una legge regionale che fornisce alle donne oggetto di violenza l’assistenza giuridica necessaria. Ogni ragazza, ogni donna che subisce violenza puo’ rivolgersi alla Regione Campania per ricevere tutta l’assistenza su tutti i piani”. Don Antonio Pisani, parroco della chiesa dell’Immacolata di Pontecagnano, ha sottolineato: “Come ci ricorda Papa Francesco, quando si colpisce una donna, si colpisce l’identita’ stessa di Dio. La famiglia e’ sconvolta per questa tragedia. Anna era una ragazza buona, i suoi occhi erano lo specchio della sua anima. Nessuna reazione puo’ mai sfociare in una violenza cosi’ brutale. Mi piace pensare ad Anna come a un insegnamento per noi, a non fermarci, a non avere paura. Anche a denunciare situazioni difficili che tante volte ci portiamo dentro e che abbiamo paura di condividere”.