“Il grande cuore di Ottaviano per la pace in Ucraina. Grazie a chi ha partecipato, agli studenti, ai dirigenti scolastici e ai docenti, alle associazioni. Ai parroci e alle comunità parrocchiali, ai cittadini tutti. E grazie di cuore a Padre Maksym Kolodchak, cappellano della Comunità greco-cattolica ucraina della Diocesi di Nola. A lui va il nostro abbraccio più forte, affinché lo trasmetta a tutta la popolazione ucraina”. Queste le parole del sindaco di Ottaviano, Luca Capasso. Ieri la città vesuviana si è stretta intorno al popolo ucraino stremato dalla guerra. Da piazza San Michele tutti si sono messi in una marcia fino alla “Grotta del rifugio”, in via Valle delle Delizie, dedicata alla Madonna di Lourdes.

Dunque le scuole, le associazioni e le comunità parrocchiali del territorio di Ottaviano si sono unite in un momento di preghiera e di riflessione per gridare, con forza, no alla guerra. Al termine della lunga marcia fino in pieno Vesuvio, i più giovani hanno fatto volare di palloncini con i colori della bandiera ucraina.