Arrestato dai carabinieri di Avellino il pirata della strada che lo scorso 21 febbraio travolse e uccise a Mercogliano Lucia Furno, 68 anni. Medico di base che dopo il lavoro al suo studio stava raggiungendo la sua auto per tornare a Sant’ Angelo a Scala. Un comune vicino dove risiedeva. Si tratta di un 53enne di Mercogliano che dopo l’investimento si diede alla fuga senza prestare soccorso. Su richiesta della locale Procura, il Gip del tribunale di Avellino ha firmato una ordinanza di custodia cautelare in carcere per omicidio stradale e omissione di soccorso. Le indagini dei carabinieri del Comando provinciale di Avellino hanno accertato che poche ore dopo l’incidente aveva denunciato il furto della Ford Focus. L’auto intestata alla moglie, risultata sottoposta a fermo amministrativo perche’ priva di copertura assicurativa.

L’auto, ritrovata poi dai carabinieri il giorno dopo il mortale incidente, presentava chiari segni dell’urto e nessuna manomissione dell’impianto di accensione. Attraverso ulteriori indagini, e grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti in via Ramiro Marcone, la strada dove e’ avvenuto l’investimento, gli investigatori hanno accertato che a guidare l’auto era la persona indagata.