L’accusa è di furto aggravato in concorso per un uomo e una donna, rispettivamente di 45 e 38 anni. Originari dei Paesi Vesuviani, col primo recluso al carcere di Sant’Angelo dei Lombardi. I due sono imputati per aver rubato «a fini di profitto dieci pedane in legno di proprietà di una società di supermercati di Scafati». A bordo di una Fiat Forino, la coppia si appropriò dei beni in questione caricando il mezzo, per poi tentare la fuga con il bottino. Una volta individuati e fermati, con l’avvio del procedimento penale attuale, finirono sottoposti all’iter giudiziario, con denuncia a piede libero. Seguito poi dalla fase di approfondimento investigativo legato ai riscontri, alle identificazioni e al sequestro con restituzione delle pedane in legno. Adoperate su tutte le filiere commerciali di mercato per trasporto e stoccaggio beni di qualunque natura, nel settore della logistica.

Il processo a carico dei due imputati si terrà nel prossimo luglio, davanti al Tribunale monocratico di Nocera Inferiore. La merce divenuta oggetto della razzia si trovava negli spazi interni dell’azienda ed è considerato quale bene-strumento. Usato per la movimentazione e il trasporto su gomma e non solo, intersecando trasversalmente le filiere della grande distribuzione. Costituendo un mercato parallelo essenziale per ogni tipo di passaggio. Da qui l’appetibilità da parte di ladri specializzati, così come fu per la coppia napoletana.