Succede anche questo, in Italia. Un sacerdote rischia la denuncia per interruzione di pubblico esercizio dopo aver preteso di pagare alcune bollette alla posta senza mostrare il Green pass. È successo a Bolano (La Spezia) alle 10, nel punto di Poste Italiane. Don Piero Corsi, irremovibile, ha rifiutato di cedere il posto ai clienti in attesa, alcuni dei quali si sarebbero anche offerti di saldare le sue bollette. Sono intervenuti i carabinieri, che sono riusciti a far uscire il prete. Don Corsi non è nuovo a gesti discutibili: nel 2013 aveva affisso alla bacheca della chiesa il post di Pontifex che attribuiva la colpa dei femminicidi alle donne.

È lungo l’elenco dei “coup de theatre” di don Corsi. Già nell’ottobre 2013 aveva deciso di esporre sulla bacheca della chiesa alcune vignette anti-islamiche. In un’altra occasione aveva litigato con un clochard che chiedeva l’elemosina, brandendo contro di lui un candelabro. Nel 2016 era stato denunciato (e poi assolto) per avere puntato una idropulitrice contro un vigile urbano stagionale.