Pensioni, la stima sui risparmi dell’Inps effettuata dalla Uil sui dati previdenziali dopo due anni di pandemia spinge il sindacato a chiedere di adeguare gli assegni fino a 1.500 euro con l’introduzione 14esima mensilità. «Con morti Covid per l’Inps risparmio di 1,11 miliardi nel 2020 e quasi 12 fino al 2029». «Il drammatico impatto del Coronavirus sulla mortalità degli anziani ha prodotto un risparmio rilevantissimo per le casse dell’Inps. Secondo i dati di Itinerari previdenziali sono circa 1,11 miliardi nel 2020 e 11,9 miliardi di euro nel decennio. Un risparmio significativo che non è evidenziato tanto quanto solitamente si fa sul versante dei costi». Così Domenico Proietti, segretario confederale Uil e Carmelo Barbagallo, segretario generale dei pensionati della confederazione, commentano i risultati del Rapporto di Itinerari previdenziali.

«Questo dato rende più che mai realizzabile quello che la Uil e la Uilp propongono da tempo in merito alla necessità di adeguare le pensioni in essere. Sia recuperando il montante perso in tanti anni di blocco delle rivalutazioni. E sia con un potenziamento ed estensione della quattordicesima mensilità per le pensioni fino a 1.500 euro». Proseguono sollecitando un’azione urgente e immediata «per dare un concreto supporto a milioni di cittadini. Sono un pilastro per le famiglie italiane in questi anni di crisi».