Durante le quasi 24 ore in cui ha tentato di rendersi invisibile Elpidio D’Ambra, il 31enne attualmente in carcere per l’omicidio avvenuto a Grumo Nevano (Napoli) di Rosa Alfieri, si e’ disfatto dei vestiti e del cellulare. Ma non ha resistito alla tentazione di provare la fortuna, ed ha acquistato cosi’ dei Gratta e Vinci. E’ uno dei dettagli emersi dalle indagini della Polizia e dei Carabinieri sulla fuga tentata da D’Ambra. Tutto dopo aver ucciso nel suo appartamento la 23enne Rosa Alfieri. Con i Gratta e Vinci voleva probabilmente provare una vincita per poi fuggire. Ma l’hanno catturato all’ospedale San Paolo, in pieno centro a Napoli, dove si era recato perche’ stanco e sofferente per le 24 ore all’addiaccio.

Oggi D’Ambra, davanti al Gip di Napoli, ha confermato quanto gia’ detto al pm dopo essere stato fermato, ovvero di aver strangolato Rosa con le proprie mani. “Ho sentito delle voci nel cervello che mi dicevano di ucciderla e l’ho fatto” ha detto; il magistrato ha confermato il carcere per D’Ambra.