Bonus per i figli disabili, al via le richieste: i genitori disoccupati o monoreddito possono inoltrare la domanda per ottenere il contributo mensile di 150 euro anche per l’anno scorso. Ecco come devono procedere.

L’assegno spetta a coloro che fanno parte di nuclei familiari monoparentali, e hanno figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Domanda sul portale INPS

A partire dal 1° febbraio il servizio online per richiedere l’assegno per i figli disabili è attivo e disponibile accedendo al portale istituzionale tramite le seguenti credenziali:

  • SPID di almeno II livello;
  • CIE, Carta d’Identità Elettronica;
  • CNS, Carta Nazionale dei Servizi.

Ed ecco la procedura per richiedere il contributo:

  • Prestazioni e servizi;
  • Servizi;
  • Contributo genitori con figli con disabilità.

Gli aspiranti beneficiari possono procedere anche tramite Patronati: in questo caso il servizio è presente all’interno del “Portale dei Patronati”.

principali requisiti richiesti per ottenere il contributo di 150 euro sono i seguenti:

  • essere residenti in Italia;
  • disporre di un valore dell’Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) in corso di validità non superiore a 3.000 euro; nel caso di nuclei familiari con minorenni, l’ISEE è calcolato ai sensi dell’art. 7 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 159 del 2013;
  • essere disoccupato o, monoreddito e facente parte di nucleo familiare monoparentale;
  • fare parte di un nucleo familiare in cui siano presenti figli a carico con una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Il genitore deve indicare il codice fiscale del figlio o dei figli con disabilità per i quali chiede il contributo, e dovrà comunicare le modalità con cui ricevere l’assegno: bonifico domiciliato presso ufficio postale, oppure accredito su IBAN (è possibile indicare IBAN nazionali o esteri su circuito SEPA), anche di carta ricaricabile o di libretto postale.