Nel comune di Striano, 8 mila abitanti, il corpo della polizia municipale e’ decimato dal Covid. Buona parte di loro e’ positivo e altri in quarantena perche’ in contatto con i colleghi ammalati. “Cosi’ sono sceso in piazza – racconta all’agenzia AGI il sindaco, Antonio Del Giudice – siamo lasciati soli e, facendo leva sull’alto senso di responsabilita’, dobbiamo rimboccarci le maniche per garantire sicurezza e ordine pubblico alle nostre comunita’”. E i cittadini hanno visto il primo cittadino uscire dal palazzo del Comune e dirigire il traffico assieme ai pochi rimasti in strada. “Noi sindaci stiamo vivendo un momento drammatico e sarebbe ora che il presidente Draghi ascoltasse anche le nostre esigenze”, sottolinea De Giudice.

Ieri il sindaco si era invece espresso sulla situazione Covid e delle scuole: “Lunedì 10 dovrebbero riaprire le scuole e secondo me con questa situazione epidemiologica, riaprire non significa altro che aggravare la situazione. Se emetto una Ordinanza di chiusura mi finisce sistematicamente impugnata e revocata dal Prefetto. Perché questo “Signor” Governo di gente inutile, ha richiamato a se tutte le decisioni. Ma cosa ne sanno il signor Presidente del Consiglio assieme ai suoi Ministri di cosa realmente accade in una Comunità come la nostra. Un consiglio al signor Draghi, ascolti di più la voce di noi umili Sindaci che siamo in trincea tutti i giorni per onorare il nostro mandato. Si ricordi che lei, Signor Presidente del Consiglio dei Ministri, non è mai stato eletto dal Popolo.