Home Articoli in Evidenza Si aggrava l’autista di Somma Vesuviana ferito dagli spari: è in rianimazione

Si aggrava l’autista di Somma Vesuviana ferito dagli spari: è in rianimazione

Si sono aggravate le condizioni di S. G., l’autista di Somma Vesuviana che giovedì pomeriggio è rimasto ferito a Montesarchio. Il suo avvocato, Vittorio Fucci, ha fatto sapere che l’uomo, di 56 anni, è trasferito in Rianimazione. A dare la notizia è il quotidiano Roma oggi in edicola. Lunedì, intanto, Pellegrino Sellitto, il titolare del supermercato e di un negozio di ortofrutta a Montesarchio, comparirà davanti al Gip per l’interrogatorio di garanzia. È questo un appuntamento importante che servirà ad aggiungere al mosaico dell’inchiesta del sostituto procuratore Francesco Sansobrino un ulteriore tassello. Stavolta però di marca difensiva. Se non si avvarrà della facoltà di restarsene in silenzio, Pellegrino Sellitto, 55 anni, di Montesarchio, in carcere dalla notte tra giovedì e venerdì per duplice tentato omicidio aggravato e porto illegale di arma comune da sparo, racconterà i fatti dal suo punto di vista. Assistito dagli avvocati Angelo Leone e Stefanina Paolo, domani mattina si troverà infatti al cospetto del gip Loredana Camerlengo. Chiamato a convalidarne l’arresto, operato dai carabinieri della Compagnia di Montesarchio, per il ferimento di due persone.

È una storia ormai ampiamente nota, sottesa, in base alla ricostruzione che fin qui è emersa. Dai contrasti che sarebbero nati per stabilire chi, tra gli addetti di due aziende di ortofrutta, dovesse scaricare prima le mele. Dunque una lite per lavoro e non per motivi passionali come in un primo momento era emerso dalle indagini.

Posting....
Exit mobile version