Trentuno cappelle del cimitero di Caserta danneggiate e saccheggiate da ignoti. L’episodio è segnalato dai familiari di alcuni defunti che si sono recati al cimitero facendo la scoperta. Dall’interno delle cappelle, è emerso, sono finite asportate le parti di ottone, tra maniglie, serrature e altri oggetti. La struttura comunale è stata chiusa per permettere ai poliziotti della questura di Caserta di effettuare i rilievi e di acquisire le impronte digitali. Le indagini sono affidate alla polizia municipale di Caserta.

Ieri un furto nel cimitero di Ponticelli, quartiere nell’area orientale di Napoli. Nelle ultime ore ignoti hanno fatto razzia di vasi in rame in due aree del camposanto di via Argine già interessato dal medesimo fatto pochi giorni prima di Natale scorso. Sono numerosi i mazzi di fiori ritrovati sul pavimento sia nella storica cappella di Sant’Anna – che ospita i resti di don Agostino Cozzolino, per anni sacerdote della basilica ‘Madonna della Neve’ di piazza Aprea – sia nell’ipogeo comunale posto nell’area di più recente costruzione del cimitero di Ponticelli. Una scena drammatica per tanti famigliari che dovranno farsi carico di acquistare nuovi vasi e fiori per i propri cari.