Ritorno in aula oggi in Campania dopo la decisione del Tar che ha sospeso l’ordinanza del governatore De Luca. Si prorogava infatti il rientro in classe fino alla fine di gennaio. A Napoli, pareri opposti tra le mamme che hanno accompagnato i figli a scuola, come alla scuola elementare De Amicis, nel quartiere Chiaia. Loro, i bambini, erano invece quelli che manifestavano la maggiore soddisfazione per aver ritrovato i compagni di classe. Zainetti in spalla e mano nella mano con mamma o papa’ i bimbi della scuola elementare Vanvitelli hanno cosi’ varcato i cancelli della scuola. Ma se sui volti dei bambini solo sorrisi, sebbene qualcuno sia un po’ assonnato, tra i genitori sono diversi gli stati d’animo.

“Bene che si sia tornati in classe – dice Paolo, papa’ di una bimba che frequenta la II elementare – l’anno scorso praticamente finì quasi del tutto in Dad. E’ difficile per i piu’ piccoli che dovevano imparare a leggere e scrivere. E’ da settembre che si stanno davvero abituando ad andare a scuola e comunque le lezioni in Dad non hanno la stessa efficacia di quelle in presenza. Nonostante il grande impegno degli insegnanti e poi almeno per quanto ci riguarda abbiamo vaccinato nostra figlia e quindi siamo ancora piu’ tranquilli”.

Sulla stessa lunghezza d’onda, la mamma di un bambino che sta in quarta. “Sono mesi che ci dicono che la vaccinazione ci protegge dal virus o almeno dalla malattia grave. Ora anche i bambini si possono vaccinare e quindi e’ giusto che vadano a scuola come avviene nel resto del Paese. Chiudere solo qui le scuole, quando la vita di noi adulti e’ tornata quasi del tutto alla normalita’ e tutte le attivita’ sono aperte, sarebbe un’ingiustizia per i ragazzi. Avrebbe creato moltissime difficolta’ a noi genitori che dobbiamo andare a lavoro”. Ma tra chi esprime soddisfazione c’e’ anche chi invece si dice “fortemente preoccupato”. Diversi i genitori che avrebbero preferito il rientro in classe tra qualche settimana. Facendo passare il picco dei contagi e le settimane piu’ fredde.

“Sono preoccupata – afferma Diana, mamma di un bambino – mio figlio per venire a scuola prende il pulmino, ma ora almeno per alcune settimane lo accompagneremo noi. Forse sarebbe stato meglio la Dad almeno per un po’. Oggi non ero sicura di volerlo portare, se devo essere sincera”. Scuole elementari che almeno per questa settimana, come disposto dal Comune di Napoli, non effettueranno la refezione. Anche all’esterno della scuola media ‘Viale delle Acacie’ alcuni genitori parlano del rientro e anche qui non manca chi avrebbe preferito aspettare qualche settimana. “L’anno scorso siamo stati in Dad per molto mesi – afferma Francesco, un papa’ – non capisco tutte queste polemiche per poche settimane, ora spero solo che vada tutto bene”.