Picchia la compagna all’ottavo mese di gravidanza e la insegue fino al bagno di una pizzeria, all’interno del quale la donna riesce a rifugiarsi. E’ successo a Montecorvino Pugliano, in provincia di Salerno. Qui un uomo di 31 anni è finito arrestato dai Carabinieri per maltrattamenti in famiglia e lesioni. L’uomo era in regime di semilibertà ed è stato condannato in via definitiva sempre per il reato di maltrattamenti in famiglia alcuni anni fa. La relazione con la donna è però proseguita e, con essa, anche i maltrattamenti. Alcune sere fa la donna, che è all’ottavo mese di gravidanza, è scappata di casa per sfuggire all’uomo e, con un occhio nero, ha trovato rifugio all’interno di una pizzeria, chiudendosi nel bagno. L’uomo non si è fermato neanche davanti ai clienti e al personale della pizzeria, continuando a minacciare la donna e i presenti nel locale.

Solo l’intervento dei Carabinieri ha permesso di far tornare la situazione alla calma. I militari, pur senza alcuna denuncia o collaborazione da parte della donna, hanno relazionato al magistrato di sorveglianza che ha provveduto a revocare la semilibertà e ha disposto la custodia cautelare in carcere a carico del 30enne.