Vesuvio innevato, questa mattina, dalla cima alle quote piu’ basse: cosi’ si presenta il vulcano a chiunque lo guardi da Napoli e dai comuni circostanti. Il freddo e le piogge delle scorse ore hanno contribuito al formarsi di un fitto strato di neve. Al momento le temperature sono piu’ rigide rispetto a ieri e, fino alle 8 di domani, secondo quanto diramato dalla Protezione Civile regionale. Sono previsti in Campania venti forti, mare agitato e nevicate oltre i 400-500 metri e, localmente, anche a quote inferiori.

Vesuvio imbiancato e temperature in deciso calo. E’ lo scenario che si presenta tra Napoli e provincia, dove per tutta la notte e fino alle prime ore della mattina una pioggia insistente ha interessato l’area. Una volta che le nuvole hanno lasciato spazio ad un sole prima timido e ora piu’ forte, i cittadini che vivono alle sue pendici hanno potuto scoprire come il vulcano fosse ricoperto di neve. ”Per fortuna che i nostri figli sono in Dad – scherza un genitore in strada a Torre del Greco – altrimenti i sindaci avrebbero potuto dichiarare allerta meteo e la ripresa delle lezioni dopo le vacanze natalizie sarebbe slittata”. Le previsioni relative all’intera mattinata indicano ancora un moderato rischio di pioggia, mentre nei prossimi giorni le temperature minime dovrebbero fare registrare un’ulteriore diminuzione.

In Irpinia

Scuole chiuse ad Ariano Irpino, Mercogliano, Ospedaletto, Monteforte, Capriglia Irpina, Montella, Bagnoli Irpino e molto altri centri si stanno aggiungendo alla lista. Nessun disagio particolare alla viabilita’, almeno per il momento, ma lungo il tratto Irpino dell’autostrada A16 Napoli – Canosa, tra le uscite di Baiano e Candela, si circola solo con catene a bordo o pneumatici invernali. Mezzi spargisale e spazzaneve sono gia’ operativi, anche su altre strade della provincia. L’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile regionale e’ in vigore fino a domani. Sono previste infatti ulteriori nevicate, in particolare in Alta Irpinia e su quote superiori agli 800 metri.