Il gip di Benevento Loredana Camerlengo ha accolto la richiesta del pm Francesco Sansobrino, sostenuta anche dalle parti offese, e rinviato a giudizio M. R. D. C, una sessantunenne di San Lorenzello (Benevento), e L. M., 59 anni, camionista di Maddaloni (Caserta) per il reato di omicidio stradale. Contestato dopo il grave incidente avvenuto il 2 gennaio 2019 sulla Statale 372, nella periferia del capoluogo sannita, costato la vita al 56enne di Pesco Sannita Carminuccio Tuccino Polvere e il ferimento della madre. Lo rende noto, in un comunicato, lo Studio3A, al quale si sono affidati i familiari della vittima. La Procura li ritiene responsabili di aver “causato in cooperazione colposa tra loro, con negligenza, imprudenza e imperizia, nonche’ in violazione delle norme che disciplinano la circolazione stradale”.

Tuccino finì travolto mentre era fermo a bordo strada col suo furgone dopo un precedente tamponamento. L’automobilista e l’autotrasportatore, che non hanno chiesto riti alternativi, dovranno comparire per la prima udienza del processo il 19 settembre 2022 avanti il giudice monocratico Simonetta Rotili.