Un crollo e’ avvenuto nella notte nel cimitero di Poggioreale, a Napoli. Il cedimento, ha interessato l’ edificio di tre piani di una congrega in prossimita’ dell’ emiciclo della parte piu’ antica del cimitero, Sarebbero circa 200 i loculi danneggiati dal crollo. Alcune bare sono state danneggiate e dei cadaveri sono fuoriusciti. Il crollo e’ stato scoperto intorno alle 6 dai custodi del cimitero, che hanno allertato la Polizia locale, intervenuta con alcune pattuglie. Vigili del fuoco e Protezione civile comunale sono al lavoro per la messa in sicurezza dei loculi danneggiati. I tecnici stanno accertando se esistano collegamenti tra il cedimento ed il vicino cantiere della linea 1 della Metropolitana.

Disastro al cimitero di Napoli. Due cappelle, quella dei Dottori e quella di San Gioacchino, sono crollate nella mattinata del 5 gennaio. A segnalare l’accaduto è un incaricato della Congrega di San Giovanni, il sig. Enzo: “Abbiamo trovato le due cappelle crollate. Erano collegate dal muro maestro, quindi l’una ha trascinato giù l’altra. La situazione però è precaria per diverse aree del cimitero. Forse per problemi strutturali, forse a causa dei lavori per la circumvesuviana.” “Ora è importante soprattutto accertare la causa dei crolli mettere in sicurezza l’area. C’è però da riflettere, molto: una società che non ha rispetto per i vivi certamente non lo ha per i morti e questi sono i risultati. Da tempo denunciamo le condizioni di questo cimitero ma mai nulla si è fatto per porvi rimedio in modo serio lasciando che il degrado e l’abbandono prendessero il sopravvento. ”-ha dichiarato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.