Uno screening sulla popolazione scolastica del territorio in modo da assicurarne il rientro tra i banchi in sicurezza, posticipando la riapertura di due settimane. E’ quanto hanno chiesto ai responsabili dei distretti sanitari di riferimento, i sindaci di 21 comuni del Napoletano. Tutto durante una riunione convocata dal presidente del tavolo dei comuni dell’Agenzia dell’area nolana, Edoardo Serpico, sindaco di Scisciano. La richiesta in virtu’ dei dati complessivi sui contagi da Covid la cui incidenza sulla popolazione e’ del 3,24%. I primi cittadini dei 18 comuni riuniti nell’agenzia dell’area nolana insieme a quelli dei comuni di Somma Vesuviana, Brusciano e Castello di Cisterna, che hanno preso parte all’incontro.

Hanno sollecitato il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca, “a differire di due settimane il ritorno a scuola dopo la pausa festiva. Cosi’ come richiesto, tra l’altro, anche dal presidente regionale di Anci Campania, Carlo Marino. Oltre che dall’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini”. “Considerata l’evoluzione continua della situazione dei contagi – hanno sottolineato i sindaci – e soprattutto nell’attesa di eventuali provvedimenti da parte del Governo centrale e della Regione Campania, i sindaci hanno stabilito di convocare una nuova riunione che si terra’ venerdi’ 7 gennaio alle 10”.