La Polizia Locale di Napoli in vista della usanza del ”Cippo di Sant’Antonio” ha organizzato dei servizi di prevenzione in sinergia con i servizi comunali e l’azienda locale di igiene urbana. Condividendo il coordinamento delle attivita’ sul campo con la Questura e con i commissariati di zona. Il servizio di monitoraggio nei quartieri di Montecalvario e Chiaia, e nella zona dei Quartieri Spagnoli, ha permesso di identificare piu’ punti di accumulo. Sia di alberi di Natale e di pedane in legno sia di ingombranti in materiale plastico e legnoso. Nonche’ rifiuti urbani ammassati in anfratti di rovine di edifici o di intercapedini murarie. I piu’ piccoli cumuli presenti lungo le arterie di via Concordia, Vico Tofa, e Vico Montecalvario sono prelevati dall’azienda comunale di raccolta dei rifiuti gia’ nei giorni precedenti. Mentre questa mattina si e’ svolta un’operazione congiunta con la Polizia.

Durante le attivita’ gli agenti hanno ispezionato e dato supporto alle attivita’ di accesso e rimozione dei materiali accumulati sia in vico Tofa che in vico Secondo Montecalvario. Qui hanno identificato i punti di accumulo ad oggi piu’ importanti. Tra cui uno era costituito di circa 600 m di superficie circoscritta da muro perimetrale. L’altro in una superficie di circa 200 m con annesso locale seminterrato, ricolmi di tavole e alberi pronti per l’incendio del 17. Tra i rifiuti sono individuate e fatte rimuovere anche carcasse di motocicli privi di numero di telaio. Le operazioni continueranno fino al completamento della raccolta in altri punti minori dei Quartieri Spagnoli. Le aree che risultano di proprieta’ comunale sono state poste all’attenzione dei servizi competenti.