Costretta ad avere un rapporto sessuale con un conoscente, che riprende anche l’amplesso con il cellulare. A denunciare l’aggressione una ragazza, ancora sotto choc, che ieri notte si è rivolta alla Polizia. Sos lanciato da vico Candelora a Napoli. Lì, gli agenti hanno raccolto la testimonianza della vittima e grazie alla sue descrizione individuato a bloccato I.O., 19enne originario dell’Ucrania accusato anche di revenge porn e lesioni aggravate. Dopo la violenza, il giovane era infatti rientrato nel locale dove si trovavano gli amici e aveva iniziato a raccontare l’accaduto. A uno di loro aveva anche inviato il video registrato poco prima.

Una vera e propria follia, un crimine spietato a cui la ragazza ha trovato la forza di denunciare i fatti. Ora il giovane è stato assicurato alla giustizia. Ma i casi del genere continuano purtroppo ad esserci.