Gli agenti della squadra mobile di Napoli e del commissariato di San Giorgio a Cremano (Na) hanno arrestato 3 persone, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Sono ritenute responsabili di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco, ricettazione, tentata estorsione. E ancora usura e lesioni personali, aggravati dal metodo mafioso. L’attivita’ di indagine, originate nel luglio 2020 a seguito di una sparatoria perpetrata nella zona orientale di Napoli, ha consentito di rilevare diverse attivita’ illecite. Tra cui usura ed estorsione, a carico di un’organizzazione operante a San Giorgio a Cremano. Di cui sarebbero appunto componenti i destinatari dell’ordinanza. Il provvedimento è emesso dal gip del Tribunale di Napoli.

Una strada di Napoli, via Villa Romana, nel quartiere orientale della citta’ chiamato non a caso il ‘Bronx’. Qui quattro clan di camorra, i Mazzarella, i Formicola, i Reale e i Rinaldi, alleati e nemici allo stesso tempo. Si combattono da quattro decenni, come una saga fantasy ma che, invece, semina odio, terrore e morte. Oggi sono stati arrestati tre esponenti dei Formicola, alleati dei Mazzarella e nemici dei Rinaldi-Reale. In carcere sono finiti Giuseppe Attanasio, Marco Cozzolino, Luigi Di Perna. I reati ipotizzati sono detenzione e porto abusivo di armi da fuoco, ricettazione, tentata estorsione, usura e lesioni personali, aggravati dal metodo mafioso.