Vicinanza al cittadino e sicurezza. Carabinieri tra la gente e nei rioni più sensibili. Un arresto e 3 denunce. Anche sanzioni green pass. Ancora massima pressione dei Carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata nel comune oplontino. Controlli a tappeto nei rioni ritenuti più sensibili ma anche vicinanza al cittadino con presidi nelle aree commerciali e pattuglie a piedi. Con le festività natalizie alle porte, i militari stanno garantendo una presenza visibile e rassicurante lungo le arterie della città, ora affollate da chi è in corsa all’acquisto degli ultimi regali. Preziosa la collaborazione del Reggimento Campania, delle aliquote di Pronto Intervento di Napoli, del Nucleo Cinofili di Sarno e dei Carabinieri Elicotteristi. In manette Rocco Mellone, 68enne del posto, arrestato in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Torre Annunziata. Sconterà 4 anni e 6 mesi di reclusione per detenzione e spaccio di stupefacenti.

L’ordine di esecuzione prende le mosse da un’attività di indagine condotta dai Carabinieri della sezione operativa locale nel 2016. Mellone è ora in carcere. Denunciata per detenzione di droga a fini di spaccio una 29enne del rione “Ex Deriver”, già nota alle forze dell’ordine. Nella sua abitazione i militari hanno trovato marijuana e due contenitori contenenti residui di cocaina. E ancora un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e 2 cellulari.