«Al Terzo circolo didattico abbiamo 5 bambini e un docente che sono solo in quarantena per contatti extrascolastici ma non sono positivi al Covid. Dunque per fortuna non ci sono casi Covid al Terzo Circolo didattico di Somma Vesuviana. Ieri in città abbiamo registrato 18 nuovi positivi. Attualmente siamo a 112 positivi attivi e 70 in sorveglianza sanitaria. In piena sinergia con i dirigenti scolastici sto effettuando un monitoraggio attento della situazione nelle scuole”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana. Al momento stiamo adottando la linea di mantenere le scuole aperte con la didattica in presenza perché la scuola ha rappresentato molto per questi ragazzi nel ritorno alla socializzazione. E non è giusto che sia la scuola a pagare per il comportamento sbagliato degli adulti. Ringrazio tutti i dirigenti scolastici per la piena collaborazione che stanno dando e per lo sforzo che stanno profondendo e l’amore che hanno per i propri studenti e la città».

«Dobbiamo vaccinarci noi adulti e vaccinare i bambini. Ricordo che come da ordinanza regionale, dal 23 dicembre e fino al primo gennaio è fatto divieto di consumo di cibo e bevande, alcoliche e non alcoliche, con esclusione dell’acqua, nelle aree pubbliche. Ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali. Resta consentito il consumo ai tavoli all’aperto nel rispetto del distanziamento. Nei luoghi pubblici all’aperto è fatto divieto di svolgimento di eventi, feste o altre manifestazioni che possano dar luogo a fenomeni di assembramento o affollamento. Resta l’obbligo della mascherina all’aria aperta nei centri urbani, piazze, se si è in coda, nei mercati, fiere e trasporto. Dunque rispettiamo le regole al fine di tutelare la salute di tutti e di evitare altre misure più restrittive».