“Non credo che in Campania avremo grandissimi problemi. Saranno massimo un centinaio i docenti che dovranno essere sospesi da quello che mi dicono i dirigenti scolastici. Certo fa impressione, e lo dico da un punto di vista personale, l’idea di costringere qualcuno ad un trattamento sanitario. Ma capisco che la politica deve comunque arginare il proliferare del contagio. Fosse dipeso da me, li avrei fatti entrare con il tampone che garantiva comunque una certa tranquillità. A me fa sempre impressione dover sospendere un lavoratore”. Così l’assessore regionale all’istruzione Lucia Fortini a Radio Crc targato Italia.

“Per quanto riguarda la didattica nelle scuole si deve continuare in presenza – ha aggiunto – e preciso che il presidente De Luca non ha mai immaginato di sospenderla dall’8 dicembre, è stata invece una richiesta che ha fatto la Commissione Sanità al Governo, ma il Presidente De Luca non era d’accordo ben sapendo che i ragazzi hanno pagato un prezzo alto già lo scorso anno. La scuola – conclude – sta reggendo nonostante ci siano casi, il fatto che spesso ci siano uno o due positivi per ogni classe significa che il sistema di protezione all’interno sta funzionando e non avrebbe senso andare in DAD rispetto al green pass”.