Raffaele Cipro, il 20enne di Aversa rimasto gravemente ferito in un incidente lo scorso maggio, è morto dopo sette mesi di agonia. L’incidente si era verificato in via San Girolamo, nella città normanna mentre il ragazzo viaggiava a bordo della sua moto. Le condizioni del giovane erano apparse da subito molto gravi, Al punto che lo trasportarono d’urgenza al Moscati di Aversa. E da lì immediatamente trasferito all’Ospedale del Mare di Napoli. Qui lo sottoposero a un intervento chirurgico per cercare di ridurre il forte trauma cranico riportato nello schianto. Il 20enne finì poi portato in terapia intensiva in stato di coma.

I medici hanno cercato in tutti i modi di salvargli la vita. Purtroppo non c’è stato nulla da fare. Raffaele non si è mai più svegliato fino alla morte. Raffaele si è spento l’altro ieri. Troppo gravi le ferite cerebrali riportate in quello schianto. Il cuore ha retto finchè ha potuto.