fbpx
Home Articoli in Evidenza Pescivendolo ucciso a Boscoreale, Antonio aveva 41 anni e voleva difendere il...

Pescivendolo ucciso a Boscoreale, Antonio aveva 41 anni e voleva difendere il suo lavoro

Ha inseguito uno dei 2 rapinatori che avevano appena messo a segno un colpo nella pescheria che gestisce in via Della Rocca a Boscoreale, “Il Delfino”. Un gesto coraggioso che ieri sera è costato la vita ad Antonio Morione, 41 anni. Rimasto ferito gravemente da un colpo di pistola al torace e deceduto poco dopo nell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Sul luogo del delitto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Torre Annunziata, che avrebbero già imboccato una pista precisa per risalire all’assassino e al complice, fuggiti in sella a uno scooter. Sarebbero gli stessi che sempre in serata hanno compiuto un’altra rapina, per fortuna senza vittime, in un’altra pescheria della cittadina, in via Armando Diaz.

Un’antivigilia del Natale sanguinosa sia a Napoli che in provincia, con un tentato omicidio a Fuorigrotta e un omicidio a Boscoreale. Ma il fatto più grave è accaduto intorno alle 22 nella cittadina vesuviana, dove molta gente come da tradizione si era recata in pescheria in previsione del cenone e attendeva all’esterno il turno per entrare. Poi la rapina e gli spari, fino alla tragedia. La famiglia Morione aveva già subito da pochi mesi il lutto del papà Tancredi. La gestione è passata ai figli, ed ora questa tremenda tragedia.