Ufficialmente annullato il concerto di Gigi D’Alessio a Pompei del 28 dicembre. La decisione dopo l’ordinanza regionale firmata dal governatore Vincenzo De Luca. Il provvedimento, infatti, vieta le feste e gli eventi di piazza tra Natale e Capodanno. “La disposizione del Presidente della Regione – annuncia il sindaco di Pompei, Carmine Lo Sapio – vieta le manifestazioni di piazza dal 23 al primo gennaio. Rinviati a data da destinarsi i concerti previsti in quel periodo e tutto il calendario natalizio verrà rimodulato. Restano gli appuntamenti per i bambini, questa festa è soprattutto per loro. I sacrifici che hanno dovuto affrontare gli hanno strappato l’allegria. L’emergenza resta, continueremo a tenere alta la guardia, ma cercheremo anche di restituirgli un po’ di magia”.

Per il concerto di Gigi D’Alessio, con 1700 spettatori, insomma, sembrava tutto fatto fino a qualche giorno fa. Invece, è arrivato lo stop da Palazzo Santa Lucia. “Dobbiamo rinunciare a qualche evento – spiega il primo cittadino di Pompei – a seguito dell’ordinanza di De Luca. Eravamo già orientati ad annullare l’evento, anche dopo un confronto che abbiamo avuto con la Questura, perché avrebbe comportato un grosso problema per la grandissima partecipazione di pubblico attesa. Non siamo pronti per accogliere migliaia di persone per un simile evento in questo periodo. Confermiamo tutti gli eventi che riguardano, invece, i bambini e i ragazzi. Sarà fatto tutto, anche qualche evento in più, tenendo conto degli assembramenti”.