Quarantena e tamponi dopo un contatto con un positivo: un’altra mini-rivoluzione in arrivo. Via la quarantena per i vaccinati con booster o con due dosi da meno di quattro mesi che siano a contatto con una persona poi risultata positiva al Covid, se asintomatici. Sarebbe questo, secondo quanto si apprende, l’orientamento del governo mentre è ancora in corso la cabina di regia sul Covid. Per chi ha eseguito l’ultima vaccinazione da più di quattro mesi – quindi con minore copertura dal contagio – la quarantena scenderebbe da 7 a 5 giorni, con tampone negativo. Per chi non è vaccinato resterebbe di 10 giorni.

In precedenza l’orientamento del Cts che si è riunito oggi per fornire un parere sulle nuove regole era il seguente. Nessun giorno di quarantena per i vaccinati con booster che sono a contatto con una persona poi risultata positiva e sono impiegati nei servizi essenziali. Dovranno però obbligatoriamente indossare la mascherina Ffp2 per circa una settimana. Riduzione invece della quarantena a 5 giorni e tampone per i vaccinati con dose booster – ma non impiegati nei servizi essenziali – che vengono a contatto con una persona poi risultata positiva. Nel caso dei positivi, basterà una quarantena di 7 giorni (invece degli attuali 10 giorni previsti) e un tampone negativo.