“Credo che fra oggi e domani la Regione Campania emetterà delle ordinanze che firmerò per evitare assembramenti alla vigilia di Natale. Come abbiamo già fatto lo scorso anno, quindi firmerò delle ordinanze che vietano la vendita di alcolici nella serata e vietano gli assembramenti. Poi anche un’ordinanza che vieta le feste in piazza di Capodanno”. Lo dice Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, a margine di una iniziativa a Palazzo Penne a Napoli. “Immaginare di avere assembramenti di decine di migliaia di persone senza mascherine – aggiunge De Luca -, e un po’ su di giri come è inevitabile che sia a Capodanno, che vuoi controllare? Credo che si debba vietare ogni festa in piazza se vogliamo stare tranquilli nei mesi successivi. Perché noi rischiamo per la follia di una settimana di essere chiusi tutti per mesi dopo Capodanno. Allora firmerò credo fra oggi e domani queste ordinanze per il blocco della movida pre natalizia e delle feste in piazza a Capodanno” conclude De Luca.

Poi l’incontro con il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi. Qui De Luca ha ribadito:  «Faremo a breve ordinanza sul 24 e stiamo lavorando sul 31, in prefettura venerdì prenderemo decisione definitiva. È chiaro che con la pandemia che avanza fare festa di piazza è complicato e valutiamo una soluzione alternativa. Noi tutto quello che stiamo facendo è in sintonia con la prefettura e la Regione, l’obiettivo è garantire il massimo della normalità con il massimo della sicurezza».