Un anno senza entrare nei locali pubblici o sostare nelle immediate vicinanze. E’ il daspo urbano firmato dal questore di Salerno, Maurizio Ficarra, a 14 ragazzi. Sono responsabili di rissa aggravata, tentato omicidio e danneggiamento. I ragazzi, tra i 15 e i 18 anni, lo scorso 15 maggio si affrontarono in due gruppi nel lungomare di Salerno, all’altezza della spiaggia di Santa Teresa. Utilizzando sfollagente, bastoni, noccoliere e coltelli, e un minorenne rimase ferito. La rissa prosegui’ all’interno del Mc Donald in via Roma, nonostante la presenza di numerosi avventori. Anche in questa circostanza finì ferito un altro minorenne. I partecipanti alla rissa facevano parte di due babygang contrapposte, una denominata Centro Storico e l’altra Zona Orientale.

Il gip di Salerno ha gia’ emesso misure cautelari, e alcuni minorenni sono stati collocati in istituti penali e altri in comunita’ alloggio. Cosi’ il questore ha applicato il 21 dicembre scorso la cosiddetta norma Willy in ricordo del giovane ucciso a Colleferro nel corso di una rissa.