Sono quasi un centinaio gli interventi effettuati dai Vigili del Fuoco nel Casertano a causa del maltempo. I pompieri sono dovuti intervenire piu’ volte con i gommoni per salvare persone in difficolta’ e mezzi in avaria nell’acqua alta. I territori piu’ colpiti sono stati l’Alto-Casertano e il litorale Domizio. Tante anche le case e le attivita’ commerciali allagate, con il Volturno esondato in piu’ punti e pericolosamente ingrossato. In un’abitazione di Calvi Risorta, comune tra i piu’ colpiti con Pietramelara dalle piogge incessanti con strade trasformate in fiumi, una donna è tratta in salvo dai Vigili del Fuoco. L’hanno tirata fuori dalla casa invasa dal fango. Numerosi i camion e le auto rimasti in panne. I conducenti salvati dai gommoni del nucleo “Soccorso Fluviale” dei Vigili del Fuoco di Caserta.

Soccorsi

L’ondata di maltempo che sta interessando la Campania, ha determinato allagamenti, esondazioni e problematiche connesse al rischio idraulico soprattutto nel territorio della provincia di Caserta dove si sono registrate esondazioni del fiume Volturno in più punti e allagamenti. Tutte le associazioni di volontariato dei comuni interessati sono impegnate attivamente dalla scorsa notte a ritmo continuo. In aggiunta, la Sala operativa regionale ha attivato ulteriori squadre di altre zone della Campania.

Sono oltre 40 i volontari del sistema della Protezione civile giunti nei comuni del casertano dalle altre province della Campania. Le maggiori criticità si sono registrate, secondo i dati forniti dalla Sala operativa regionale, a Calvi Risorta, Pietramelara e Alife, dove risultano completamente sommerse dall’acqua alcune sedi stradali e vani terranei. Le squadre stanno intervenendo con mezzi speciali dotati di idrovore, per contribuire ad asportare gli ingenti quantitativi di acqua e fango che stanno invadendo il territorio. Altre situazioni critiche si registrano alla stazione di Mondragone.