Tornava a casa ed è stata avvicinata da un rapinatore che oltre a sottrarle i suoi beni l’ha brutalmente picchiata, prendendola a pugni. È quanto racconta una ragazza di 18 anni, rimasta vittima di una rapina alle palazzine popolari di via Mandrio. La giovane aveva appena finito di lavorare, quando l’ha avvicinata un uomo, in sella a uno scooter. Le ha intimato di consegnargli il portafogli. Non contento, l’ha anche aggredita a pugni prima di fuggire e far perdere le sue tracce. Il raid, avvenuto la notte scorsa, è denunciato ai carabinieri, agli ordini del maresciallo Angelo Disanto. Sui social si è sfogato il fratello della vittima, che ha pubblicato su Facebook le foto della vittima, dalle quali si evincono le ferite sul volto.

«Questa è mia sorella – ha scritto – stanotte, mentre rientrava da lavoro è stata aggredita e rapinata nelle palazzine popolari di via Mandrio. Il lurido vigliacco che l’ha aggredita guidava un motorino Liberty di colore bianco. Non felice di averle sottratto la borsa con soldi e documenti, ha anche pensato di prenderla a pugni». Di qui l’appello: «Se qualcuno ha telecamere nella zona che magari possano averlo ripreso, l’aggressione è avvenuta verso le 4.15 / 4.30. Lurido vigliacco, prega che ti trovano prima i carabinieri».