Dramma nella notte lungo la statale 90 bis. Luigi Mazzeo, un 41enne di Paduli, sposato e padre di quattro figli, ha perso la vita in un incidente. L’incidente al km 18, all’altezza dello svincolo di Buonalbergo, mentre mancavano una ventina di minuti alll’una. Secondo una prima ricostruzione, e per cause in corso di accertamento, l’uomo, dipendente di un’azienda che opera nel settore energetico, avrebbe perso il controllo della Smart che guidava. L’auto è uscita dalla carreggiata e si è ribaltata in un campo. Niente da fare per il 41enne, inutili i soccorsi. Quando è scattato l’allarme, sul posto sono accorsi il 118, i vigili del fuoco, i carabinieri e gli addetti del soccorso stradale Boscia.

La salma è stata trasportata presso l’obitorio del San Pio, dove il medico legale Emilio D’Oro procederà, su incarico del Pm, alla visita esterna. Resta da stabilire se sarà disposta o meno l’autopsia. Enorme la commozione a Paduli per il terribile destino toccato a Luigi, conosciuto e stimato perchè dedito al lavoro ed alla famiglia. “Un ragazzo perbene, gran lavoratore. Non è una frase fatta: era un uomo bravo, mite, che purtroppo lascia quattro figli”, commenta, amaramente, il sindaco di Paduli, Domenico Vessichelli. “Siamo costernati e profondamente addolorati – conclude- per l’ennesima tragedia che ha colpito il nostro paese, dopo quella che meno di due mesi fa ci ha privati del dottore Paolo Ferravante”.