A Castellammare di Stabia e in altre localita’, i carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia e del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo. Ad emetterlo il G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia. Il sequestro è dell’intero complesso aziendale e delle quote del capitale sociale di tre societa’. Si occupano di commercio ittico e di un’azienda di servizi di ambulanza. Il controvalore complessivo è stimato in circa 4 milioni di euro. Il complesso delle attivita’ d’indagine ha consentito l’acquisizione di gravi elementi indiziari circa la gestione monopolistica del clan D’Alessandro. I fatti a partire dall’anno 2011, del trasporto degli infermi nel territorio di Castellammare di Stabia e della fornitura all’ingrosso di prodotti ittici agli imprenditori del settore dell’area stabiese.

A svolgere le indagini per appurare i fatti sono i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Castellammare di Stabia. Con loro ha collaborato il Nucleo Investigativo di Torre Annunziata e coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.