Tragedia all’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta. Un uomo di 73 anni, ricoverato nel reparto di Medicina e Chirurgia d’Urgenza, è ritrovato cadavere in seguito ad un probabile suicidio. L’uomo è stato scoperto con il collo avvolto da un cappio stretto ricavato dal filo del caricabatterie di un cellulare, legato all’asta della flebo. Per i poliziotti della Questura di Caserta intervenuti sul posto si tratta di un suicidio. Ma i motivi sono da chiarire. La Direzione generale dell’ospedale casertano, diretta da Gaetano Gubitosa, ha subito disposto un’indagine interna.

Intanto continua a crescere la curva del contagio da Covid 19 fra Caserta e provincia. Nelle ultime 24 ore si è registrato un nuovo record di casi, 1.939. Una percentuale di positività rispetto ai tamponi processati (7.252) pari al 26,74%. I positivi attuali sono 10.231, con i numeri destinati a salire viste le lunghe file nelle farmacie e nei laboratori di analisi. Considerando che in questi giorni arriveranno anche i ‘risultati’ di cenoni e assembramenti natalizi, la situazione è delicata. Caserta città conta 1.348 positivi, ma sono tanti i comuni con numeri elevatissimi: Aversa 571, Marcianise 552 Castel Volturno 510, Maddaloni 500, Santa Maria Capua Vetere 481, Casal di Principe 290.