Un uomo di 72 anni di Parabita, in Salento, è morto nel Dea di Lecce dove era ricoverato dallo scorso novembre dopo aver contratto l’infezione da Covid 19. Il contagio durante una cena con amici. L’uomo non era vaccinato. La notizia è confermata dal sindaco del comune salentino. Il 72enne – da quanto si apprende – aveva sempre rinviato l’appuntamento con la vaccinazione al contrario della moglie e dei due figli, uno dei quali vive in Germania. Loro erano tutti vaccinati. Uno dei figli risulta positivo ma asintomatico ed è in quarantena fiduciaria a casa. Dopo aver contratto il virus, le condizioni del 72enne erano apparse subito molto gravi tanto da rendere necessario il ricovero in terapia intensiva al Dea, dove è deceduto.

Qui sono ricoverati altri tre suoi amici, anche loro non vaccinati e contagiati nella stessa occasione. A Parabita su quasi 9mila abitanti i contagi sono 23, circoscritti in 9 ambiti familiari. A quella cena avevano partecipato anche altri amici. Alcuni sono rimasti contagiati, ma tra i vaccinati nessuno ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere.